Ruota il dispositivo per accedere correttamente ai contenuti del sito.

News

Assemblea straordinaria. Approvato il nuovo statuto.

Si è svolta mercoledì a Volano l'Assemblea Straordinaria dei Soci con all'ordine del giorno le modifiche statutarie necessarie per l'adesione al Gruppo Bancario Cassa Centrale Banca

Un’assemblea molto partecipata e vivace quella che mercoledì sera a Volano ha visto riuniti i soci della Cassa Rurale per dibattere sul nuovo statuto sociale.

Un passaggio indispensabile per l’adesione al gruppo unico Cassa Centrale Banca che ha richiesto alle Casse Rurali l’adozione di un testo aggiornato alle norme previste per i gruppi bancari cooperativi e alle impostazioni del contratto di coesione. Uno statuto rinnovato che consente alla Cassa Rurale di mantenere un ruolo attivo sul territorio rafforzando la propria operatività grazie alla struttura del gruppo unico che prevede compiti di guida, coordinamento e controllo da parte della Capogruppo.

Presenti al Teatro di Volano 262 soci con diritto di voto e 12 deleghe pari all’11,2% dei soci.
I lavori dell’assemblea sono stati diretti dal presidente Adriano Orsi e dal direttore Michele Goller, con l’intervento del Notaio Rita Fochesato che ha illustrato articolo per articolo ai soci le variazioni dello statuto sociale.
Nel corso del dibattito in sala, diverse sono state le osservazioni e le richieste di chiarimento sulle modifiche o sulle novità introdotte, quali ad esempio la figura del socio finanziatore o il livello di autonomia rispetto alla capogruppo. Il presidente Orsi e il direttore Goller hanno fornito ampie spiegazioni e rassicurato i soci preoccupati soprattutto del grado di autonomia che avrà in futuro la Cassa Rurale.

Dopo circa 3 ore l’assemblea ha approvato il nuovo statuto e gli altri punti all’ordine del giorno con 239 voti favorevoli, 20 contrari e 15 astenuti.

Al termine il presidente Orsi ha aggiornato l’Assemblea sul progetto di fusione avviato nelle scorse settimane con la Cassa Rurale di Lizzana, citando i vari passaggi previsti nel corso dei prossimi mesi per arrivare poi in primavera a sottoporre all’approvazione dei soci il progetto di fusione tra le due casse rurali.

Ricordiamo ai soci presenti all’assemblea, che potranno ritirare l’omaggio a loro riservato presso lo sportello ove operano abitualmente tra circa una decina di giorni.